COME LAVORIAMO
________________________________________________________________________________________________________________

CHI SIAMO
Siamo un gruppo di amici venuti a conoscenza della realtà in cui vivevano due missionarie friulane e, avendo visto personalmente la situazione di stenti e miserie che condividevano con la gente di Haiti e del Perù, decidiamo di formare l'associazione "Pane Condiviso" che dal 1983 aiuta e sostiene questi Paesi con vari progetti.

COSA FACCIAMO
In particolar modo ci occupiamo
• dell'infanzia abbandonata, dando cure, affetto e strutture adeguate,
• di famiglie in difficoltà, perché senza lavoro o senza un tetto,
• di studenti volonterosi ma senza possibilità economiche,
• di adozioni a distanza per un aiuto costante ad un bambino di una famiglia numerosa e
...bisognosa, o di un bambino abbandonato
• di sostegno alimentare, scolastico, cure mediche, raccolta di indumenti, etc.

Ci ritroviamo una volta all'anno con tutti i sostenitori, per raccontarci le ultime novità, per leggere la corrispondenza delle "nostre missionarie", per ascoltare suggerimenti, per condividere in una giornata i nostri progetti, godere di quelli realizzati e proporne di nuovi!

CHI CI SOSTIENE
Ogni persona di buona volontà, persone generose, famiglie, gruppi di amici, gruppi di catechesi, scuole ci aiutano con offerte e donazioni che possono essere costanti, fisse o una tantum: in occasione di una festa, un compleanno, un battesimo, comunione, matrimonio o lutto…Ogni occasione può diventare un modo per condivisione con chi non ha.

I NOSTRI PROGETTI sono tanti,
sono costantemente in crescita, vorremmo dare:
ad ogni bambino solo una famiglia adottiva,
ad ogni persona ammalata una cura,
ad ogni famiglia senza tetto la possibilità di costruire una semplice casetta,
ad ogni ragazzo desideroso di rendersi utile al suo Paese un aiuto a realizzarsi e a realizzare progetti per la comunità.
Vorremmo che ogni persona povera abbia almeno un pasto al giorno e ogni bambino la possibilità di andare a scuola.
Suor Anna in Haiti e Suor Edvige un tempo ed ora le sue consorelle in Perù, essendo sul posto, ci rendono partecipi di ogni necessità, di ogni piccolo successo, di ogni delusione: sono per noi un aiuto a ripensare, a innovare, a continuare o cambiare direzione. Cerchiamo nuovi sostenitori, nuovi collaboratori, nuovi amici per continuare insieme tutto questo.

 

HAITI, SUOR ANNA, PANE CONDIVISO e il gruppo dei genitori adottivi "CRESCERE INSIEME".
E' difficile raccontare l'incontro con Haiti, Suor Anna e la nascita di Pane Condiviso, è una storia lunga e ricca di emozioni che tuttora viviamo!
Nel 1982 una famiglia di Udine decide di fare un adozione e allora era ancora una strada poco conosciuta, ma la tenacia di Mariangela, la futura mamma e la forza di Suor Anna, missionaria friulana in Haiti, si incontrano. Suor Anna ha l'approvazione. dalle autorità haitiane per fare le pratiche di adozione. Mariangela sarà una delle prime famiglie italiane ad adottare da Haiti. L'incontro con quel paese e la sua realtà triste, di grande miseria, fa sì che al ritorno dal viaggio Mariangela parli con alcuni amici e insieme decidano di aiutare Haiti e la sua gente: iniziano così le prime adozioni a distanza e nasce "Pane Condiviso". Col tempo gli amici e i progetti crescono e Suor Anna continua a curare le adozioni reali, che nel tempo arrivano a 130!
Dare a 130 bambini soli, abbandonati una casa, il calore e l'affetto di una famiglia ci sembra meraviglioso! Dietro questi bambini arrivati in Italia, ci sono famiglie, che si incontrano, che si aiutano reciprocamente, che amano rivedersi e raccontarsi le gioie e i pensieri che dà un'adozione. Si è formato un bel gruppo: "Crescere Insieme" - cerchiamo veramente di crescere insieme, insieme ai nostri figli e alle nuove famiglie. A chi sta affrontando questo cammino, diamo aiuto e sostegno morale, insomma siamo amici ancor prima di conoscerci, proprio perché ci uniscono i nostri figli !.Amiamo Haiti non solo perché è il Paese dei nostri figli, ma lo amiamo perché lo vediamo dimenticato da tutti, e con tante e gravi difficoltà. - (Ivana Agosto).
Suor Anna che divide dal lontano 1955 stenti e miserie di questa povera gente, è per noi preziosa! Avere lei sul posto, sempre attenta e vigile ad ogni bisogno ad ogni difficoltà, ci rende partecipi degli aiuti e dei successi! Segue la costruzione di una casetta, dono di benefattori, segue la costruzione di un orfanotrofio, con l'aiuto ed il sostegno di "Pane Condiviso" (che ora si fa totalmente carico del mantenimento delle bambine che ne sono ospiti!), controlla che tutti i bambini del circondario vadano a scuola e, in caso contrario, cerca per loro un aiuto tramite una famiglia che li adotti a distanza . Chi ha bisogno di cibo, cure, lavoro, aiuto … si rivolge a Suor Anna! Lei ci lancia gli appelli e noi a nostra volta cerchiamo l'aiuto ed il sostegno dai nostri sostenitori! Questo rapporto diretto permette continuità, serietà e controllo costante. Ultimo e grande progetto di Suor Anna, è il recupero delle bambine di strada.
Oggi stanno sui marciapiedi a chiedere la carità di un pezzo di pane, domani ... la prostituzione, e tutto ciò che comporta: avvilimento, gravidanze indesiderate, altre miserie e malattie! Il progetto di Suor Anna, con l'aiuto di assistenti sociali, è di portare queste creature in una struttura che dia loro: acqua, sapone e un vestito, per un maggior senso di dignità personale, poi un pasto, l'affetto e il calore di una presenza sollecita, cibo per il corpo e per lo spirito, e infine ...la scuola per tutte! Un progetto ambizioso. Ma con l'aiuto dei nostri sostenitori ci stiamo riuscendo! Una grossa mano ce la dà "Una corsa per Haiti", manifestazione ciclistica che vede impegnati tanti volontari per la realizzazione della gara e il cui ricavato va a sostenere questo nostro progetto (www.corsaperhaiti.com). Anche i premi per i partecipanti sono artigianato haitiano! Cerchiamo così di sensibilizzare la gente per questo Paese che versa in gravi difficoltà, un tempo era chiamato perla delle Antille, paradiso tropicale, ora inferno e sofferenza!
Noi gruppo di volontarie di "Pane Condiviso" siamo felici di tutto ciò che in questi anni è stato fatto, ma vogliamo fare ancora e di più e con il vostro aiuto ci riusciremo. GRAZIE!

leggi Chi è Suor Anna --->

PERU': SUOR EDI, SUOR DORA , CHIQUIAN, HUARAZ, LIMA,
I nostri progetti crescono, si ampliano e si differenziano....
Tra Huaraz e Chiquian, a circa 3700 metri di altezza sulle Ande peruviane operava Suor Edvige Contardo, classe 1916. Arrivò lassù in seguito a un terribile terremoto nel 1970 e subito cominciò ad interessarsi dei bambini che non avevano niente da mangiare e che oggi sono circa duecentocinquanta. Con poche pentole appoggiate a terra sulle pietre iniziò a preparare il cibo per loro. Da allora ad oggi le cose sono cambiate, grazie a chi sostiene "Pane Condiviso". Ora c'è un bel edificio in mattoni, il "Comedor", refettorio dove i bambini e i ragazzi delle scuole si recano portando con sé anche i fratellini più piccoli, perché dopo la scuola, tornando alle loro case non hanno nulla da mangiare. Qui trovano un pasto caldo e abbondante ed il sorriso e il sostegno di Suor Edvige ed ora che ci ha lasciati, delle sue consorelle.
Oltre ai bambini, si recano quotidianamente per prelevare il pranzo anche degli anziani. A coloro che sono impossibilitati a muoversi, il cibo viene portato direttamente in casa. "La maggior parte delle famiglie sono con mezzi economici a zero, perché il lavoro non c'è e il terreno non produce per scarsità di acqua e per essere terreni che non si possono seminare e coltivare perché è montagna pietrosa, per l'altura di 3700 metri…" (Da una lettera di Suor Edvige).
Oltre ai "Comedores" di Huaraz e Chiquian si sostengono pure le quotidiane emergenze che si presentano, latte per i neonati delle mamme che non possono allattare, un paio di scarpe, materiale scolastico, spese ospedaliere e,non ultimo,la sepoltura di un vecchio abbandonato.
Negli ultimi anni sono partiti nuovi progetti a Lima: L’aula informatica e le borse di studio per gli allievi del collegio Libardoni, le adozioni scolastiche nel quartiere di Armatambo e ogni giorno sorgono nuove necessità, idee, piccole ma grandi realizzazioni, come CASA HOGAR, dove Suor Dora, allieva di Suor Edy, accoglie 15 bambine che vanno da 1 a 18 anni. Bambine che hanno storie dolorose di violenza in famiglia e il Tribunale dei minori ha affidato alle cure di Suor Dora. Lei è per loro: padre, madre, sorella, confidente, e medico. Compiuti i 18 anni queste bambine per legge dovrebbero uscire dalla “casa” che le ha accolte, protette e cresciute . Noi desideriamo creare per loro una nuova “casa” che le accolga alle nuove necessità, che siano di studio o di lavoro, ma che restino ancora “famiglia”. Insomma il lavoro non manca,e la vostra generosità ci sostiene! Ora accoglieremo a braccia aperte chi volesse venirci ad aiutare in qualsiasi forma per portare avanti tutto questo.

Le collaboratrici di Pane Condiviso